Powahome

Casa Domotica | Previsioni per i prossimi mesi

I macro-trend globali analizzati nel precedente articolo, aprono una serie di scenari a cui probabilmente assisteremo nei prossimi mesi. Comportamenti ed abitudini che si evolveranno e plasmeranno la casa domotica del futuro.

I consumatori riconoscono sempre più valore al controllo intelligente delle luci

Questo è particolarmente evidente per quanto riguarda gli spazi esterni e per sistemi che prevedono l’integrazione con sensori di movimento, sensori di temperatura e controllo vocale. Un fenomeno strettamente connesso al concetto di “ecosistema” accennato in precedenza. La casa domotica farà sempre più affidamento ad una totalità di apparecchi connessi e che comunicano fra loro, funzionando in simbiosi fra loro.

Diverse tecnologie convergono in un unico dispositivo

Gli ultimi mesi del 2018 ed i primi del 2019 vedranno una forte crescita nel mercato globale di dispositivi all-in-one. Prodotti che al tempo stesso sono smart speaker, hub, telecamere di sorveglianza, luci ecc.

Espansione di ecosistemi monomarca

Questo punto è strettamente connesso al precedente. I brand saranno sempre meno specializzati in un determinato settore, puntando a soluzioni più olistiche ed omnicomprensive. La casa domotica non sarà più costruita “modello Frankestein”, con prodotti di diversi brand connessi fra loro. Singoli marchi punteranno su diversi dispositivi in grado di connettersi e comunicare fra loro in modo smart, creando un vero e proprio ecosistema.

Il fai da te sempre più sulla cresta dell’onda

La casa domotica fai da te continuerà la sua vertiginosa crescita, per ora supportata in gran parte dal largo utilizzo di interruttori WiFi e smart switch. In questo contesto, prodotti come router e gateway offriranno un numero sempre più elevato di protocolli, nonché di sistemi di sicurezza a prova di cyber-attacchi che potrebbero colpire la nostra abitazione.

Il ruolo sempre più importante dell’automobile

Dai sistemi di allarme all’assistenza vocale, le automobili saranno sensibilmente più domotiche. Basti pensare a Toyota che sta iniziando ad integrare Alexa nelle proprie automobili di nuova produzione…

Conoscenza è potere

La smart home richiederà sempre meno una conoscenza approfondita ed il settaggio manuale di scenari, scene e via dicendo. L’automazione della casa domotica si baserà in misura crescente sull’intelligenza artificiale e sull’autoapprendimento. Le scene non saranno più impostate manualmente, ma tramite lo studio, ed il conseguente adattamento, dei comportamenti e delle abitudini dell’utente.



_______________________________
Autore dell’articolo: Smartdomotica.it
Smartdomotica.it è il portale italiano dedicato alla Domotica e alla Casa Connessa con una community Facebook dedicata che affronta le tematiche principali di questo universo. Una realtà che nasce dalla passione per l’innovazione e per la tecnologia: notizie, trend, opinioni, recensioni e guide all’acquisto.

Iscriviti!

Vuoi rimanere aggiornato e non perdere neanche un articolo del blog?

Iscriviti alla newsletter!