Powahome

Casa domotica | Quali sono i trend per la smart home nel 2019

Con i recenti sviluppi tecnologici, sempre più italiani sognano una casa domotica, che riesca a venire incontro a bisogni ed esigenze in maniera intelligente e personalizzata. Sebbene il mercato sia ancora ai suoi stadi iniziali (soprattutto in alcuni paesi come l’Italia), ha già vissuto diverse fasi, scandite da importanti lanci di prodotto e tecnologie da parte delle grandi aziende del settore. I marchi più importanti hanno infatti compreso appieno il potenziale del mercato della casa domotica e della smart home, passando da un approccio product-first (prima il prodotto) ad uno solution-first (prima la soluzione). Per esempio, i produttori di termostati cercano sempre più soluzioni che prevedano l’integrazione ad un ecosistema di prodotti connessi, piuttosto che a un mero dispositivo per il controllo della temperatura. Ecosistemi che si fanno via via più orizzontali, con produttori che, oltre al dispositivo fisico, offrono soluzioni di garanzia, manutenzione, analisi delle performance energetiche, servizi cloud ecc.

Casa domotica:
cosa aspettarsi nei prossimi mesi

In un mercato dominato dal galoppante sviluppo tecnologico, quali sono i trend da seguire e che la faranno da padrone nei prossimi mesi? Alcuni sono già in atto, altri facilmente prevedibili. Vediamo quali sono, a livello globale, i macro-trend per la casa domotica da seguire con più attenzione, per rimanere costantemente aggiornati e non perdersi in un mercato sempre più veloce e dinamico.

La videosorveglianza diventa “social”

Uno dei primi trend da tenere d’occhio per quanto riguarda la casa domotica è sicuramente quello relativo alla videosorveglianza. I nuovi dispositivi punteranno sempre di più sulla possibilità di condivisione dei contenuti e sulla parte analitica. Sebbene questo trend sarà abbastanza controllato, almeno fino al 2020, i produttori di videocamere di sicurezza hanno già colto la direzione che prenderà il mercato. Nasceranno sempre più community social per la condivisione di filmati di sicurezza ed il content sharing anti-intrusione farà sempre più parte delle nostre vite. Basti pensare a complessi residenziali o piccoli quartieri che, attraverso queste funzionalità, potranno avvertire i vicini di tentativi di effrazione o semplicemente di presenze e movimenti “sospetti” nell’area.

Il top tecnologico sarà “normalità”

Prima abbiamo menzionato la crescente importanza che la parte analitica ricoprirà per la casa domotica nei prossimi anni. Un esempio lampante viene proprio dal mondo della sicurezza: il riconoscimento facciale sarà una tecnologia sempre più comune e consentirà alla maggior parte dei sistemi di sicurezza di attivarsi/disattivarsi solo in base al riconoscimento o meno di un soggetto. Una tecnologia che migliorerà sensibilmente anche il filtraggio delle riprese video e delle eventuali notifiche inviate via smartphone in caso di presenze nella propria abitazione. Inoltre, anche la possibilità di riprendere video in 4K sarà una prerogativa irrinunciabile per tutti i dispositivi per la sicurezza della casa.

E la privacy?

La sempre maggiore diffusione di tecnologie come quella del riconoscimento facciale potrebbe far suonare un campanello di allarme in tema privacy. Vero, ma in alcuni casi le preoccupazioni sulla tutela dei propri dati saranno meno sentite e, in un certo senso, più sacrificabili. Gli impianti di sicurezza avranno maggiore accesso a foto e video salvati sui nostri smartphone. In questo modo si ottimizzerà il processo di riconoscimento dei volti, con la creazione di veri e propri database dedicati.

Assistenti vocali sempre più diffusi

Negli scorsi mesi, il mercato degli assistenti vocali ha subito una vera e propria impennata, soprattutto in paesi “giovani” come Italia e Spagna. Google Home è stato lanciato a marzo con ottime risposte da parte degli utenti italiani, mentre Amazon Echo verrà lanciato nel Bel Paese a breve. Questo darà di fatto inizio ad una sfida a colpi di controllo vocale in lingua italiana. Tuttavia, fino ad ora, la battaglia globale si è giocata sull’integrazione di software come Alexa e Google Assistant con smart speaker e smartphone, meno con altre tipologie di prodotto. Una tendenza che però è destinata a cambiare nei prossimi mesi. La casa domotica vedrà il controllo vocale sempre più diffuso ed integrato con diverse tipologie di dispositivo. Per esempio, sempre più lampadine smart verranno vendute con l’assistente vocale già installato, senza dunque il bisogno di apparecchi terzi come gli smart speaker.

Voce, voce e ancora voce

Il controllo vocale avrà un ruolo sempre più prominente nella casa domotica del futuro. Oltre alle luci, il controllo tramite voce si sposterà verso elementi sempre più unici della casa, come la doccia o i rubinetti. L’utente medio sarà più abituato ad interagire vocalmente con la propria abitazione, reputandolo via via più “normale”. Un altro esempio è quello di Whirlpool e di altri grandi dell’elettrodomestico, che stanno sviluppando il controllo vocale su prodotti come lavatrici e lavastoviglie. Non ci sarà più bisogno di “toccare” i propri dispositivi ed impianti per farli funzionare.

La crescente importanza degli schermi

In un mercato che sempre di più si sposta verso interazioni vocali e senza contatto fisico, la crescita dell’importanza degli schermi potrebbe essere percepita con scetticismo. Vero in parte. Infatti, le ottime performance negli USA di Amazon Echo Show ed il recente lancio del Lenovo Smart Display in collaborazione con Google, sembrerebbero contraddire il trend descritto prima. Tuttavia, lo schermo apre un ventaglio di possibili azioni e soluzioni fino a poco fa impensabili. I display permettono di “rispondere” alle richieste del consumatore con soluzioni più ricche, come i video, utilissime per esempio durante la preparazione di ricette.



_______________________________
Autore dell’articolo: Smartdomotica.it
Smartdomotica.it è il portale italiano dedicato alla Domotica e alla Casa Connessa con una community Facebook dedicata che affronta le tematiche principali di questo universo. Una realtà che nasce dalla passione per l’innovazione e per la tecnologia: notizie, trend, opinioni, recensioni e guide all’acquisto.

Iscriviti!

Vuoi rimanere aggiornato e non perdere neanche un articolo del blog?

Iscriviti alla newsletter!