Powahome

Il sogno degli eroi di Maratea

 

La nostra partecipazione a Heroes meet in Maratea è nata con una cena estiva. A luglio, infatti, abbiamo partecipato ad “Invita a cena una startup”, format ideato da Gnammo e Heroes per portare il mondo delle startup, le loro storie e idee, a casa delle famiglie italiane ed avvicinare due mondi molto diversi.

In quell’occasione Powahome piacque molto ai partecipanti alla cena e venne selezionata per partecipare al Festival di Maratea.

Lo spirito di quell’esperienza, raccontata in un articolo di Alessandra Viola su Nova 24 lo abbiamo ritrovato ad Heroes Meet in Maratea, dove lentezza e velocità, tradizione ed innovazione, si sono incontrati per dar vita ad un evento unico.

Arriviamo a Maratea in treno giovedì, primo giorno del festival, verso l’ora di pranzo. La stazione è piccolissima e molto lontana dal centro del paese, lontanissima dal Grand hotel Pianeta Maratea dove si svolge l’evento.

Ad accoglierci, molte macchine per accompagnarci all’evento.
I partecipanti sono così numerosi che non riusciamo a trovare un posto libero!

Passa un’ora e non vediamo nessuno. Sappiamo che la location dell’evento dista parecchio dalla stazione così, senza farci prendere da inutile insofferenza ci abbandoniamo con piacere ai ritmi lenti imposti dalle montagne che ci circondano.

Alla fine arriva un signore gentilissimo che si scusa con noi per l’attesa e ci dà il benvenuto a Maratea accompagnandoci in hotel guidando tra i tornanti della montagna e raccontandoci la storia della città.

Quando arriviamo all’hotel Pianeta Maratea rimaniamo incantati. Il mare all’orizzonte è un sogno e noi che siamo dei sognatori ci sentiamo subito a casa.

Neanche il tempo di disfare i bagagli che è già il nostro turno per la Heroes Startup Competition e così, come ormai siamo abituati a fare, raccontiamo Powahome con un pitch di 5 minuti. Raccogliamo i complimenti ed i suggerimenti dell’host della competition Francesco Mantegazzini e del pubblico in sala, finiamo la giornata stanchi ma felici.

“La salita è impervia, ma che eroi saremmo se non avessimo la voglia di avventurarci?”

Il giorno dopo decidiamo di vivere in piena sintonia con la natura che ci circonda e con i suoi ritmi e decidiamo di raggiungere l’hotel a piedi, camminando lungo i tornanti e con a fianco il mare.

La salita è impervia, ma che eroi saremmo se non avessimo la voglia di avventurarci?

Il festival è ricco di eventi e facciamo davvero fatica a scegliere il programma che ci interessa di più tra i tanti in calendario.

Sabato ci concediamo anche un po’ di tempo per scoprire la città. Maratea è il simbolo dell’Italia più autentica, dove il tempo scorre lento e la bellezza la fa da padrona. Il moderno entra in punta di piedi e deve integrare l’antico senza sconvolgerlo.

Alla fine ci accorgiamo che Maratea è l’esempio dell’Italia che avevamo in mente quando abbiamo pensato a Powahome, uno strumento che rende moderni e connessi anche edifici antichi con storie millenarie.

Lasciamo Maratea con un pizzico di malinconia con la speranza di rivederci presto, magari all’anno prossimo, magari al prossimo Heroes!

Iscriviti!

Vuoi rimanere aggiornato e non perdere neanche un articolo del blog?

Iscriviti alla newsletter!